Giornata della memoria al Centro Giovani Avane

“Se comprendere è impossibile, conoscere è necessario, perché ciò che è accaduto può ritornare, le coscienze possono nuovamente essere sedotte ed oscurate: anche le nostre” Primo Levi

 

In occasione della Giornata della Memoria, 27 Gennaio 2018, il Centro Giovani Avane in collaborazione con ANED sezione di Empoli, con il patrocinio del Comune di Empoli organizza una serie di iniziative nella settimana dal 22 al 27 Gennaio, rivolte a tutta la cittadinanza.

Le iniziative, a carattere gratuito, si apriranno con la partita di Calcio Sociale (Progetto a cura della Cooperativa Il Piccolo Principe) con i ragazzi dei Centri di accoglienza per migranti (Consorzio Co&So Empoli) Lunedì 22 Gennaio alle ore 15 presso la Polisportiva Avane.

La partita sarà introdotta dall’Assessore allo Sport Fabrizio  Biuzzi e dal Presidente dell’ANED, sezione Empoli Alessio Mantellassi

Martedì 23 Gennaio, dalle ore 16.30 alle ore 18.30 gli incontri proseguono allo Stadio Carlo Castellani di Empoli 

La giornata, in collaborazione con Empoli F.C. sul tema Sport e deportazione, vede la partecipazione di Franco Castellani figlio di Carlo Castellani, bomber storico dell’Empoli Calcio e deportato nei campi di sterminio di Mauthausen – Gusen  e Paolo Bruschi (studioso di Storia dello Sport) e prevede un giro del campo con sosta alla lapide commemorativa a Carlo Castellani ed incontro nella sala con il figlio di Castellani e Paolo Bruschi. Un incontro per ricordare, per conoscere e per pensare ad oggi.

Altro appuntamento, rivolto a ragazzi dai 14 anni in avanti, Venerdì 26 Gennaio dalle ore 17 alle ore 19 presso l’Open Space Centro Giovani Avane, Spazio La Vela Margherita Hack, sul tema “La piramide dell’odio; segnali di discriminazione ai tempi dei social” affronterà in modo interattivo i temi dello stereotipo e del pregiudizio, con uno sguardo particolare sul linguaggio espresso nei social network. Il ciclo di tre incontri proseguirà nelle date VENERDI’ 9 FEBBRAIO e VENERDI’ 23 FEBBRAIO, nello stesso orario e nello stesso luogo e sarà curato da Educatori del Centro Giovani e da un rappresentante dell’ANED.

Al termine di tale percorso si realizzerà un video clip che sarà proiettato all’interno di un convegno su Immigrazione e nuove frontiere di discriminazione che si terrà nel mese di Marzo ad Empoli.

 

Ultimo appuntamento della settimana Venerdì 26 Gennaio alle ore 21.00 Presso Centro Giovani Avane con la proiezione del film “Hannah Arendt” – La banalità del male; uno sguardo sulla zona grigia della coscienza.

 

Tutte le iniziative promuovono la conoscenza come uno strumento efficace per investire in democrazia, soprattutto per le nuove generazioni, per stimolare lo sviluppo di una coscienza critica ed attenta ai segnali del nostro tempo; conoscere il passato non è solo commemorare ma apprendere e riconoscere che ciò che è stato può essere ancora.

Non aprite quella porta, un ‘mostruoso’ Halloween ad Avane

Preparatevi ragazzi, ad Empoli arriva la prima edizione della festa di Halloween “Non aprite quella porta”. Iniziativa promossa dal Centro Giovani Avane, che si svolgerà alla Vela di Avane martedì 31 ottobre dalle 16.30 alle 19.30, ci saranno ad accogliervi mostri e prove paurose, ma soprattutto ci saranno le case della paura. Infatti l’evento ruoterà intorno a questa emozione la paura e le sue case, tutte le associazioni della Vela apriranno le loro porte o meglio le faranno aprire ai ragazzi per scoprire cosa nascondono. Sarà un percorso divertente, pauroso e ricco di emozioni. Per tutti coloro che si sono incuriositi, l’appuntamento è martedì 31 alla Vela di Avane ad Empoli, per divertirsi insieme. L’evento è in collaborazione con Il Comune di Empoli, l’Associazione Noi da Grandi, Golem, Rete Lilliput, Re.so, La casa del popolo di Avane L’ingresso è gratuito e non è necessaria la prenotazione.
per info: 057182403  mail:cga@ilpiccoloprincipe.coop

Il Centro Giovani Avane è un progetto del Centro di Accoglienza di Empoli gestito dalla Cooperativa Sociale il Piccolo Principe.

 

Festa Apertura stagione educativa 2017-2018 Centro Giovani Avane

Il Centro Giovani Avane, progetto del Centro Accoglienza di Empoli e gestito dalla Cooperativa Sociale Il Piccolo Principe, che da diversi anni propone al territorio di Empoli diverse attività di gruppo e un lavoro di comunità attraverso processi di cittadinanza, riapre le attività per l’Anno Educativo 2017/2018.

Martedì 26 settembre, nella sede del Centro Giovani, via Magolo 32  c/o La Vela Margherita Hack, ci sarà la festa di apertura (dalle 16.30 alle 19.00) che coinvolgerà i bambini, gli adolescenti e i giovani. I partecipanti si troveranno di fronte a diverse piacevoli novità, visto che in queste settimane l’equipe del Centro Giovani ha lavorato alla riorganizzazione degli spazi e delle proposte educative.

Già a partire dal mercoledì 27 inizieranno le iscrizioni per il Laboratorio Scuola, supporto per gli studenti delle secondarie di primo e secondo grado verso l’autonomia e la costruzione di un metodo di studio, progetto portato avanti in collaborazione con gli Istituti Scolastici.

Tutti i cittadini di Empoli sono invitati a partecipare con la propria presenza, le idee e le proposte.

Per informazioni rivolgersi al Centro Giovani Avane , via Magolo 32 c/o La Vela Margherita Hack, telefonare 0571/82403, oppure scrivete a cga@ilpiccoloprincipe.coop o alla pagina facebook Centro Giovani Avane

il calcio sociale al beat festival di Empoli

E’ stato un grande successo, con 24 giocatori. Oltre al calcio sociale, si sono messi in gioco il Cesvot e la Polisportiva Santa Maria di Empoli. Tutti entusiasti di sperimentare un nuovo modo di vedere il calcio, sport di inclusione per eccellenza..

Ascolta l’intervista di RADIO LADY a Walter Vallone, volontario del centro e istruttore in campo:

Centro estivo ad Avane_CGA 2017

Una delle domande che i bambini ci pongono più
frequentemente è : “ E quando si gioca???”
La domanda è molto profonda!
Il gioco è la principale forma di relazione fra bambini
ed anche la loro più grande richiesta al mondo adulto.
Guarda come abbiamo giocato al Centro Giovani Avane!

MercantInGioco

Un mercatino  riservato ai bambini della scuola primaria, che  si propone come attività ricreativa, senza fini di lucro, con il solo scopo di promuovere la socializzazione, e lo stare insieme.  Un’iniziativa volta ad offrire ai bambini  l’opportunità di mettere in vendita oggetti frutto della propria creatività,  e anche le loro vecchie cose.

Scarica il regolamento e la scheda di iscrizione.

REGOLAMENTO MENCANTINGIOCO 

SCHEDA ISCRIZIONE MERCANTINGIOCO

Il Centro Giovani Avane con il suo calcio sociale alla conoscenza di nuove culture

Una partita di Calcio Sociale che unisce culture, provenienze, età diverse. Oltre cinquanta persone tra ragazzi del Calcio Sociale di Empoli e i richiedenti asilo del centro di accoglienza straordinaria de La Farfalla, insieme a volontari e operatori del consorzio CO&SO Empoli con le proprie cooperative Il Piccolo Principe, Colori hanno popolato il parco di Casenuove.

Una partita di calcio che ha avuto il merito di unire due mondi apparentemente lontani ma uniti dallo sport e dal gioco sano.
I ragazzi hanno preparato il campo, sistemato le porte, realizzato le delimitazioni e montato uno spogliatoio mobile. Finiti i preparativi, fatte le presentazioni e spiegate le regole che contraddistinguono il Calcio Sociale sono iniziate le partite che hanno visto vincere la
sportività e il fair play.
All’iniziativa ha partecipato anche Fabrizio Biuzzi, assessore allo sport del Comune di Empoli, da sempre vicino alle attività del Calcio Sociale.

“Il messaggio – ha detto l’assessore – che dà oggi questo campo è di inclusione e integrazione. Ancora una volta lo sport si dimostra come il veicolo migliore per unire culture e religioni diverse. In questo modorispondiamo anche a chi vede il fenomeno della migrazione solo con paura, chiusura e diffidenza”.

“Il ringraziamento – ha concluso – va agli operatori del centro de La Farfalla che hanno dimostrato di voler andare oltre il semplice vitto e alloggio per le persone che accolgono e il Calcio Sociale, che come sempre è in prima linea per dare risposte ai problemi di casa nostra e a quelli che vengono da più lontano”.

L’incontro fa parte del progetto ‘Il triangolare della spiritualità”, un percorso di avvicinamento tra culture diverse realizzato dalle realtà di Calcio Sociale di Empoli, Roma e Cagliari.
Il progetto rientra in un bando promosso dal Ministero delle Pari Opportunità, che ha come obiettivo quello della conoscenza tra le culture del territorio.

http://www.gonews.it/2017/03/27/calcio-sociale-richiedenti-asilo-de-la-farfalla-lo-sport-unisce-le-culture-diverse/